Dove trovare immagini per un blog?

fotografie

Le immagini sono parte fondamentale di ogni progetto web, croce e delizia dei blogger, spesso elemento centrale di molte “comunicazioni” sia online che offline. E quindi, dove trovare immagini utilizzabili senza problemi di copyright?

Eccovi alcune risorse che potrebbero esservi utili:

  • Pixabay contiene più di 490.000 fotografie e immagini no copyright, utilizzabili senza restizioni anche per uso commerciale. E’ disponibile anche la ricerca in italiano, se non trovate la giusta foto per il vostro blog, vi conviene comunque fare anche la ricerca in inglese. Una fonte preziosa.
  • Morguefile è un fornito archivio di immagini riutilizzabili anche a fini commerciali e senza l’obbligo di citare gli autori. Una specie di paradiso dei blogger.
    Ah, l’unica cosa, le immagini pesano spesso più di 1 Mb, in caso ridimensionatele così evitate di sovraccaricare inutilmente i vostri server.
  • Freeimagesè un altro sito ricco di foto ed immagini. Le foto non sono “no copyright”, tuttavia la licenza standard, che vi consiglio di leggere permette un loro utilizzo in motli casi. Alcune foto applicano anche licenze più restrittive. Leggete quindi sempre con cura il tipo di licenza sotto le immagini.
  • Imageafter è senza dubbio una risorsa che può essere molto utile sia per i blogger che per i web designer. Le foto possono infatti essere usate gratuitamente e senza attribuzione sia per progetti commerciali che non-commerciali. Il sito è organizzato in categorie, non è quindi possibile la ricerca libera.
  • Cepolina contiene più di 20000 immagini gratuite classificate in 1400 categorie. Un ottima risorsa senza alcun dubbio. Traduco dalle FAQ di Cepolina: Ma le foto del sito sono davvero gratuite? Le immagini del sito possono essere scaricate per uso personale o commerciale, però per favore:
    – Citate www.cepolina.com sul vostro sito
    – Non usate le immagini per clonare il sito
    – Non linkate direttamente le immagini del sito
  • FreeStockPhotos è una importante risorsa che raccoglie immagini gratuite disponibili per uso personale o commerciale. Nel caso della rivendita e della redistribuzione occorre richiedere il permesso via mail (il copyright resta infatti dei singoli utenti che hanno inviato o caricato la foto). Viene specificato però che l’utilizzo delle immagini per un template di un sito non va considerato un caso di redistribuzione dell’immagine. Leggete comunque i Term of use.
  • Wikimedia Commons: il grande archivio della Wikimedia Foundation (la fondazione di Wikipedia, per capirci) contiene più di 13.000.000 di immagini a licenza libera. Se volete usare un’immagine di Wikimedia dovete avventurarvi nell’intricato mondo delle licenze per capire che tipo di licenza è stata associata ad ogni immagine.
  • Su internet troverete anche molte risorse a pagamento. Cito due tra i siti più noti:

    • Fotolia: sezione italiana di Fotolia, uno dei siti di immagini più importanti grazie alle sue quasi 20 milioni di immagini. Il sistema di acquisto delle immagini funziona grazie ai crediti; ogni immagine costa un certo numero di crediti che variano in relazione alla qualità della foto scelta. Si può decidere di acquistare un “pacchetto” di crediti o di abbonarsi. I prezzi sono abbordabili ma non “bassi”, si trovano tuttavia immagini di qualità spesso più elevata rispetto ai siti gratuiti.
    • Shutterstock : più di 20 milioni di immagini divise per categoria. Anche Shutterstock, come Fotolia, propone varie modalità di acquisto.

    Per finire vi segnalo anche un comodo tool online, JPEGmini che permette di ridurre il peso delle immagini in formato .jpg senza perdere troppa qualità. Il sito è gratuito ma richiede la registrazione se volete ridurre il peso di più di una immagine alla volta. Ovviamente se volete segnalare altre risorse nei commenti, le visiterò volentieri!

    Il consiglio generale è comunque di controllare sempre le regole di utilizzo di tutti questi siti e la licenza di ogni singola foto. Le politiche di ogni sito potrebbero infatti cambiare nel tempo. Internet, si sa, è in continuo movimento…

Leave a Reply